Settembre

L'ETERNO

 
 

“Odio la vile prudenza che ci agghiaccia e lega e rende incapaci d’ogni grande azione, riducendoci come animali che attendono tranquillamente alla conservazione di questa infelice vita senz’altro pensiero”

Avremmo potuto scegliere tra milioni di versi, parole, pensieri di Leopardi.

Ma niente ci pare più potente oggi di questo lucido attacco alla prudenza e al congelamento del pensiero che ne consegue.

Non sono forse la passione, il coraggio, lo spingersi oltre, l’amore per la vita a consentirci di oltrepassare una siepe fino a toccare l’infinito?

opera: Canti
autore: Giacomo Leopardi
licenza: Creative Commons "Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 4.0 Internazionale", http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/4.0/


Sorgente:
http://www.liberliber.it/
Libro in altri formati